• Hellas Verona

    La curva

  • Stadio

    Bentegodi

  • Chievo Verona

    La curva

  • ADC Colognola

    ai Colli

Sabato 14/01/2023 – Inter – Hellas Verona 1 – 1

Alcune dichiarazioni di mister Zaffaroni a fine gara:

Mister, uno stadio difficile e un avversario difficile: il Verona però ha giocato a testa alta… “Sì, usciamo a testa alta nonostante la sconfitta. Abbiamo giocato una bella partita, facendo quello che avevamo preparato. Abbiamo impedito di giocare a una squadra di grandissimo livello come l’Inter, siamo stati aggressivi in tutte le zone del campo e quindi, da questo punto di vista, abbiamo fatto un’ottima gara. Forse potevamo fare un po’ meglio in fase di possesso palla e negli ultimi trenta metri, in fase di finalizzazione, nell’ultimo passaggio o nel cross. Considerando che abbiamo giocato a San Siro, contro l’Inter, abbiamo creato tante potenziali azioni di questo tipo e probabilmente non le abbiamo sfruttate al meglio e quindi vuol dire che qui dobbiamo migliorare”.

Spicca la prestazione di Sulemana, classe 2003, così come anche di altri ragazzi giovani e più in generale del gruppo… “Hanno risposto tutti bene, e questo è sottolineato dai ragazzi che sono subentrati, come Sulemana, che è il più giovane, così come Veloso che è quello più esperto. Abbiamo giocato con lo spirito giusto e questa è la cosa più importante. Per l’obiettivo che dobbiamo raggiungere la base è questa: un gruppo unito, coeso e che deve lottare fino alla fine”.

.

da www.hellasverona.it


Giovedì 13/05/2021
Venezia – Chievo Verona 3 – 2

Il miglior Chievo della stagione saluta i playoff. Una gara da applausi da parte di un collettivo che è stato capace di dominare una avversaria temibile come la formazione di Zanetti nonostante assenze e fattore campo avverso. Sfortunati davvero gli uomini di Aglietti: dopo il vantaggio, sono andati più volte vicini al chiudere il match, sia sull’1-0 così come dopo il 2-1. Sliding door sulla palla gol negata a Di Gaudio nel secondo supplementare, con azione chiusa dalla parte opposta dalla rete di Maleh.Un risultato finale che fa male ma è innegabile che l’uscita avvenga a testa altissima, tra gli applausi ad un collettivo che avrebbe meritato di avere una chance in più per provare a tornare in serie A.Se Obi stasera è apparso come un marziano sbarcato a Sant’Elena, nella eccellente prestazione complessiva del gruppo a colpire sono stati soprattutto i giovani in campo, per personalità e qualità. Passata la nottata, sarà già domani.

Paolo Sacchi


Visita il sito ufficiale dell’Hellas Verona

Visita il sito ufficiale del Chievo Verona

Visita il sito ufficiale della Blu Volley Calzedonia

Visita il sito ufficiale della Scaligera Basket Tezenis