• Hellas Verona

    La curva

  • Stadio

    Bentegodi

  • Chievo Verona

    La curva

  • ADC Colognola

    ai Colli

Domenica 13/11/2022
Hellas Verona – Spezia 1 – 2

Alcune dichiarazioni del presidente Setti a fine gara:

La situazione è grave, dal punto di vista della classifica questa partita era importante: cosa ha in mente di fare riguardo al futuro di Bocchetti e Marroccu? “In questo momento ho messo tutto in discussione. Non me lo sarei mai aspettato. Oggi in campo c’erano nove undicesimi della squadra dell’anno scorso, più Verdi e Djuric. Io non posso pensare che questa sia una squadra che non possa salvarsi. Lo diciamo da dieci partite, però continuiamo a perdere. Non siamo retrocessi, ma è una cosa che faccio fatica a capire, dopo una prestazione come quella contro la Juventus, rifarne un’altra così. Questi alti e bassi vanno capiti, quindi in questo momento, dico la verità, devo riflettere su tutti, su tutta la piramide”.

Che idea si è fatto della contestazione. Che cosa si sente di dire riguardo le voci di un’eventuale vendita della società? “Sullo ‘smantellamento’ della squadra, ripeto, non mi sembra che sia il nostro caso. Mi sembra che sia il nostro caso, da sempre, che tutti gli anni determinati giocatori vadano via per due motivi: uno perché credo che sia necessario per questo club, come modus di vivere; due perché, questi giocatori, nella maggior parte dei casi, vogliono andare via – tolto che non è oggi il giorno per fare polemiche. Perché vogliono guadagnare di più, perché vogliono giocare le coppe, per andare a calcare palcoscenici più importanti. E dobbiamo renderci conto che il Verona è questo, ma non gli ultimi dieci anni di Verona di Setti: il Verona è questo a livello di storia. Perché se guardiamo determinati risultati, forse ne ho parecchi di meriti in questi dieci anni. Oggi siamo qua per frustarci: dieci sconfitte di fila, c’è poco da commentare. Bisogna fare delle grandi riflessioni. Mi dispiace chiaramente che i tifosi, i quali capisco da un lato, prendano me come un esempio di qualcuno che vuole disfare tutti gli anni, perché vi posso garantire che tutti gli anni spendiamo più di quello che incassiamo: quindi non è così.
Per quanto riguarda la vendita, è vero che ci sono degli interessamenti, come ogni anno, ma non esiste nessuna vendita. Io so di almeno sei o sette squadre rimaste al primo giro di vendita e che sono rimaste sul mercato. Quindi non c’è nessuna vendita e penso che in questo momento ce ne sia ancora meno”.

.

da www.hellasverona.it


Giovedì 13/05/2021
Venezia – Chievo Verona 3 – 2

Il miglior Chievo della stagione saluta i playoff. Una gara da applausi da parte di un collettivo che è stato capace di dominare una avversaria temibile come la formazione di Zanetti nonostante assenze e fattore campo avverso. Sfortunati davvero gli uomini di Aglietti: dopo il vantaggio, sono andati più volte vicini al chiudere il match, sia sull’1-0 così come dopo il 2-1. Sliding door sulla palla gol negata a Di Gaudio nel secondo supplementare, con azione chiusa dalla parte opposta dalla rete di Maleh.Un risultato finale che fa male ma è innegabile che l’uscita avvenga a testa altissima, tra gli applausi ad un collettivo che avrebbe meritato di avere una chance in più per provare a tornare in serie A.Se Obi stasera è apparso come un marziano sbarcato a Sant’Elena, nella eccellente prestazione complessiva del gruppo a colpire sono stati soprattutto i giovani in campo, per personalità e qualità. Passata la nottata, sarà già domani.

Paolo Sacchi


Visita il sito ufficiale dell’Hellas Verona

Visita il sito ufficiale del Chievo Verona

Visita il sito ufficiale della Blu Volley Calzedonia

Visita il sito ufficiale della Scaligera Basket Tezenis