• Hellas Verona

    La curva

  • Stadio

    Bentegodi

  • Chievo Verona

    La curva

  • ADC Colognola

    ai Colli

Domenica 11/04/2021
Hellas Verona – Lazio 0 – 1

Il commento di Paro (sotituto di Juric squalificato) a fine partita:

“Se la sconfitta lascia un retrogusto amaro, anche in considerazione di una gara disputata alla pari contro un avversario forte? Sì, dispiace, perché i ragazzi hanno giocato al livello della Lazio, disputando una bella partita, fatta di applicazione, concentrazione, fisicità, corsa e gioco. Devono essere soddisfatti per la gara che hanno disputato, una partita ‘vera’ contro un avversario davvero forte. Se è stata anche una prestazione che ha denotato la raggiunta maturità e consapevolezza nei propri mezzi da parte del Verona? Sì, giocare in questo modo contro un avversario del genere deve essere motivo di orgoglio per i ragazzi. Adesso dobbiamo continuare così e alzare ancora di più il nostro livello per finire al meglio la stagione. Con l’obiettivo salvezza già raggiunto una prestazione quasi sorprendente per generosità e furore agonistico? Il nostro obiettivo era la salvezza, ma questa squadra ha ancora fame e voglia di migliorare, misurandosi contro ogni avversario senza timori reverenziali e senza lasciare alcunché di intentato. Ora lavoreremo per affrontare al meglio la prossima partita. Se per noi dello staff aver trasferito questo tipo di mentalità alla squadra è motivo di soddisfazione? Siamo contentissimi e anche un po’ sorpresi di questi ragazzi. Cerchiamo di allenarli e trasmettere loro le nostre idee, ma poi sono loro ad andare in campo, e se lo fanno come oggi devono essere contenti, ma avere allo stesso tempo grande voglia di migliorare ancora“.

da www.hellasverona.it


Lunedì 12/04/2021
Chievo Verona – Pisa 2 – 0

Finalmente e meritatamente il Chievo torna al successo a compendio di una prova dalle premesse complicate in chiave psicologica. Il due a zero sul Pisa, dunque contro un’avversaria ostica e soprattutto con velleità di raggiungere gialloblù in chiave play-off, consente di tenere a bada le avversarie in un torneo che rimane peraltro apertissimo.La prestazione è stata adeguata alle aspettative: ovvero la formazione di Aglietti è sembrata in salute sia dal punto di vista dell’approccio che sul piano della qualità del gioco. Il Pisa non si è mai reso realmente pericoloso, al contrario di Garritano e compagni partiti forte fin dalle prime battute. Eccellente il contributo della linea mediana della coppia Obi & Palmiero, giocatori che possono fare la differenza, con il valore aggiunto del contributo di Canotto, a tratti realmente spumeggiante quanto intraprendente, anche su un terreno di gioco pesante. Interessante l’apporto di Di Gaudio, il cui impatto a partita in corsa è sempre più significativo, uomo esperto in grado di interpretare con intelligenza il proprio ruolo e mantenere alto il ritmo in fase offensiva sulle corsie esterne, settori da cui il Chievo spesso e volentieri costruisce le sue migliori giocate. Sul piano nervoso la squadra ha mostrato lo spirito giusto che serviva a conquistare punti fondamentali in classifica, in attesa di un altro confronto diretto sabato a Cittadella.

Paolo Sacchi


Visita il sito ufficiale dell’Hellas Verona

Visita il sito ufficiale del Chievo Verona

Visita il sito ufficiale della Blu Volley Calzedonia

Visita il sito ufficiale della Scaligera Basket Tezenis