• Hellas Verona

    La curva

  • Stadio

    Bentegodi

  • Chievo Verona

    La curva

  • ADC Colognola

    ai Colli

Sabato 27/02/2021
Hellas Verona – Juventus 1 – 1

Le dichiarazioni di mister Juric a fine partita

“Se il pari lascia qualche rimpianto? Sì, anche se i ragazzi hanno dato tutto, disputando una grande partita. Su alcuni aspetti possiamo ancora migliorare, ma la sensazione è stata che nel finale avessimo più energie, infatti abbiamo creato diverse occasioni per vincere la partita. Comunque questo rimane un grande pareggio, voglio fare i complimenti ai ragazzi. Se ho pensato potessimo replicare l’impresa dello scorso anno? Potevamo anche ribaltarla, sinceramente: una prestazione di questo tipo contro la Juventus non può che essere accolta con soddisfazione. Se i cambi sono stati decisivi? Tutti quelli che sono stati chiamati in causa sono entrati molto bene. Vieira ha dato un buon contributo, Lazovic è tornato ai livelli dello scorso anno, Veloso ha portato ordine e anche Bessa e Dawidowicz hanno aiutato la squadra. Per noi è molto importante che chi entra dia uno slancio di energia in più. Siamo contenti, questo è un segnale a tutto il gruppo. Cosa penso dei tre risultati utili consecutivi ottenuti contro la Juventus? Bene, ma stavolta sono un po’ rammaricato, perché abbiamo davvero sfiorato la vittoria. Stiamo facendo delle buone prestazioni e ora dobbiamo puntare ad avere ancora più continuità a livello di prestazioni. Dobbiamo proseguire su questa strada. Se lo svuotamento dell’infermeria può metterci nelle migliori condizioni per migliorare ulteriormente? Nell’ultimo mese e mezzo abbiamo potuto lavorare come avremmo voluto sin dall’inizio, e anche il livello dell’allenamento è cresciuto molto. Così riusciamo a migliore. Sono curioso anche io di vedere se riusciremo ad alzare ancora l’asticella, e credo che tanto dipenderà anche dai ragazzi“.

da www.hellasverona.it


Sabato 27/02/2021
Cosenza – Chievo Verona 1 – 0

Non è andata bene oggi al Chievo e su questo non ci piove. Obi e soci subiscono il terzo 0-1 consecutivo, stavolta sotto il sole di Cosenza. Con un clima primaverile e oltre 20 gradi di temperatura, le uniche precipitazioni che possiamo dirsi materializzate al San Vito sono state quella delle occasioni per segnare a favore della formazione gialloblù e dei rimpianti alla fine.Nel corso della gara abbiamo contato quindici tiri in porta, oltre ad una decina di conclusioni fuori nello specchio difeso – bene – da Falcone. Testa o piede, calcio piazzato o giocata ragionata, ventitré azioni complessive tra Fabbro, Canotto, Ciciretti e tanti altri, tra cui Di Gaudio, Garritano e Margiotta nella ripresa, non sono bastate a modificare il punteggio che una carambola tra Renzetti e Gliozzi dopo otto minuti lo aveva portato sull’uno a zero per i padroni di casa. Negli oltre ottanta giri di lancette restanti, il Chievo ci ha provato, ha creato opportunità. Magari meno brillante del solito, ma non per questo non in grado di far valere la maggior quadratura, le doti di possesso e palleggio. Poi, nel calcio, se è vero che si deve leggere tutto il tabellino per valutare una partita, è innegabile che si parta dal risultato. E se l’analisi di tutto il resto delle statistiche certifica le differenze dal punto di vista qualitativo tra le due compagini, semmai accresce la sensazione che il match contro Trotta e soci si sarebbe potuto chiudere con ben altro punteggio. Sia rispetto ai valori e per lenire il dolore per la beffa subita contro il Monza. Onore al Cosenza, comunque sia.La classifica peraltro resta cortissima, con tutte le analisi che ne conseguono. Da subito, martedì sera, inizierà il conto alla rovescia: meno dodici partite alla fine. Si dice che a da marzo in poi si deciderà la stagione: in questi due mesi ci sarà la caccia dei biglietti per i posti validi per la promozione diretta in Serie A e la griglia per la partecipazione ai play-off. Dopo la sconfitta di Cosenza, tutto sommato ben venga che il Chievo possa immediatamente avere l’opportunità di riscattarsi.

Paolo Sacchi


Visita il sito ufficiale dell’Hellas Verona

Visita il sito ufficiale del Chievo Verona

Visita il sito ufficiale della Blu Volley Calzedonia

Visita il sito ufficiale della Scaligera Basket Tezenis