• Hellas Verona

    La curva

  • Stadio

    Bentegodi

  • Chievo Verona

    La curva

  • ADC Colognola

    ai Colli

Ancora una volta beffati nel recupero del recupero. L’arbitro Chiffi sembra non voler più fischiare la fine di una partita che vedeva l’Hellas Verona vincente per 0-1 contro i gemellati toscani della Fiorentina. E invece ancora una volta il destino si accanisce contro i Gialloblù di mister Juric e subiscono il gol del pari addirittura al 96′. Resta un grandissimo rammarico per 2 punti che erano ormai nel carniere di un ottimo Hellas e che lasciavano intravvedere un ottimo spiraglio per un qualche cosa che si chiama Europa.
Dopo Sassuolo la storia si ripete e lascia Juric desolato e piangente seduto in panchina senza neppure presentarsi in sala stampa. Il contraccolpo è di quelli destinati a lasciare un segno, anche se la squadra gialloblù ha l’obbligo di crederci fino alla fine e di riprendere le partite che restano da qui alla fine del campionato con una forza ancora maggiore. Non è possibile che la fortuna si giri sempre dall’altra parte, la prossima volta dovrà per forza guardare dalla parte di qua.


Soltanto un pareggio tra Chievo e Trapani in una partita fondamentale per entrambe le squadre per raggiungere un obiettivo anche se diverso.
Il Chievo paga carissima la scarsa precisione e vena realizzativa delle sue punte. Per vincere le partite bisogna buttarla dentro, non è sufficiente creare le occasioni, è necessario concretizzare. Resta comunque da segnalare la prestazione di Giaccherini che ora come ora sembra davvero essere diventato quel leader che al Chievo mancava. Il pareggio penalizza un po’ troppo un Chievo che avrebbe potuto e forse meritato l’intera posta in gioco.

Prossimo appuntamento per la squadra di mister Aglietti per lunedì prossimo alle 21 contro l’ostacolo Cremonese.


Visita il sito ufficiale dell’Hellas Verona

Visita il sito ufficiale del Chievo Verona

Visita il sito ufficiale della Blu Volley Calzedonia

Visita il sito ufficiale della Scaligera Basket Tezenis